Dynamic packaging

  • 12
  • Nov 2015
  • Dev @ Contech Lab
  • View: 3907 | 0 Comments

  • dynamic | packaging | software | travel

  • Il Dynamic packaging è ultima frontiera in materia di information technology nel settore del turismo, già sperimentata negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in altri paesi europei. E’ una formula che, attraverso un’interfaccia on line, permette al cliente la costruzione e prenotazione del proprio pacchetto vacanze, combinando a proprio piacimento le singole componenti del viaggio e confezionando una vacanza esattamente a sua misura. Questi sistemi offrono la possibilità di combinare i singoli servizi e gestire pacchetti fortemente personalizzabili, creati sulle precise esigenze del cliente, poichè consentono di combinare diverse tipologie di servizi turistici, dai voli agli hotel ed ai servizi opzionali, grazie all’ausilio del "carrello".


     

    Il servizio permette ai clienti di comparare i singoli ‘articoli di viaggi’ selezionati prima di completare un’unica transazione, verificando eventualmente le possibilità di risparmio sul prezzo degli stessi prodotti acquistati singolarmente.

    Pacchetti sempre più completi con servizi molto customizzati che non combinano più solo l’hotel e l'aereo, ma anche particolari infinitesimali, atti a costruire itinerari personalizzati, individuali. Pacchetti anche dinamici, mutabili cioè in ogni momento del viaggio grazie a servizi come call center sempre attivo e una possibile interattività con il cliente attraverso portatili e cellulari.

    La filosofia alle spalle di questa distribuzione e vendita delle facilities è molto più di una semplice lista di servizi che l’utente può scegliere a integrazione della sua vacanza. È la risposta alle esigenze della figura emergente del self-made traveller, il viaggiatore che sente la necessità di sfuggire al pacchetto pre-confezionato per costruire da solo il suo itinerario, nell’ottica della personalizzazione e della cura dei dettagli del suo viaggio.

    E' stato stimato che le revenue dei servizi aggiuntivi delle compagnie aeree raggiungeranno i 36.1 miliardi di dollari. Questi infatti possono servire a risolvere problemi o evitare frustrazioni prima e durante il viaggio, quindi agli utenti sembrano sempre più un’opzione utile. Secondo Amadeus, “le revenue derivanti da servizi aggiuntivi varranno il 2,5% delle revenue totali degli operatori travel entro il 2015, e cresceranno 10 volte più velocemente delle vendite generali dell’industria.”

    Visti i trend attuali dunque è interessante per l’hotel sfruttare la possibilità di offrire dynamick package ai clienti, semplificando e velocizzando il processo di vendita e di acquisto:

    • Il cliente potrà acquistare in autonomia pacchetti personalizzabili visualizzando a colpo d’occhio tutte le informazioni dettagliate dei servizi da aggiungere;
    • L’albergatore potrà ampliare i servizi offerti proponendoli direttamente dal suo sito.

    L’idea di offrire pacchetti personalizzati non è nuova per le agenzie di viaggio tradizionali, che già da qualche anno possono usufruire di sistemi che permettono di far dialogare Gds, operatori alberghieri, servizi di noleggio e tutto ciò che possa servire per realizzare un viaggio su misura.